Il primo sito dedicato alla formazione sui temi della sicurezza sul lavoro

Ultimo aggiornamento di domenica 15 settembre 2013

HomeContatti    

 

 Orologio aggiornato

 

Torna alla HomePage ...

Scopri il mio sito ...

Leggi le sentenze sulla formazione ...

Consulta i siti sulla sicurezza del lavoro ...

Scarica i documenti più interessanti ...

Scarica il materiale didattico per formatori ...

Guarda i filmati più interessanti ... Scopri i prossimi incontri interessanti ... Guarda i filmati di YouTube ...
Rispondi ai miei test ... Guarda e scarica foto ... Le migliori tesi sulla sicurezza ...
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
 
     

 

 

 

 

 

 

Accordi

Img Titolo Tipo Descrizione

Circolare n.21 del 10/06/2013
Accordo 22 febbraio 2012

Italiano Circolare n.21 del 10/06/2013

Accordo ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente l'individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione, in attuazione dell'articolo 73, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni - Chiarimenti.

Circolare 12 del 11/03/2013

Italiano

Circolare 12 del 11 marzo 2013

Accordo 22 febbraio 2012 "Accordo ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 199 7, n. 281, tra il Governo, le Regio/li e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente l'individuazione delle attrezzature di 101'01'0 per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori , lo durata , gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione, in attuazione dell'articolo 73, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni"»

Decreto interministeriale 06 marzo 2013 sui prerequisiti e sui requisiti dei formatori sui temi della sicurezza dei lavoratori

Italiano D.Int 06 marzo 2013

In data 6 marzo 2013 e' stato firmato il decreto interministeriale predisposto ai sensi dell'articolo 6, comma 8, lettera m-bis), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.

Si considera qualificato il formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro che possieda il prerequisito ed uno dei criteri elencati nel documento allegato al decreto, il quale costituisce parte integrante dello stesso.

TABELLA DI SINTESI - formazione ed aggiornamento lavoratori, preposti, dirigenti

Italiano

TABELLA DI SINTESI - formazione ed aggiornamento lavoratori, preposti, dirigenti

Conferenza Stato – Regioni – Province autonome: atto n. 53 del 22 febbraio 2012, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 47 alla Gazzetta Ufficiale n. 60 del 12/03/2012.

Italiano

Conferenza Stato – Regioni – Province autonome: atto n. 53 del 22 febbraio 2012, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 47 alla Gazzetta Ufficiale n. 60 del 12/03/2012.

Ambiente & Sicurezza
Sole 24 ORE

Sicurezza del lavoro. L’accordo Stato Regioni in attesa di una nota esplicativa

Italiano FORMAZIONE DEI LAVORATORI: chiarimenti interpretativi sull’applicazione corretta.


... di Cinzia Frascheri, giuslavorista, responsabile nazionale CISL per la salute e sicurezza sul lavoro, componente ufficiale della Commissione consultiva permanente presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali

Accordo Stato Regioni Formazione in tema di Sicurezza

Italiano

Accordo Stato RegionI formazione lavoratori

Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, sul documento proposto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali recante "Adeguamento e linee applicative degli accordi ex articolo 34, comma 2 e 37, comma 2 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni.

Repertorio atti n.153 /CSR del 25 luglio 2012

Accordo Stato Regioni Formazione Lavoratori

Italiano

Accordo Stato RegionI formazione lavoratori

Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sui corsi di formazione per lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi ai sensi dell'articolo 34, commi 2 e 3 , del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Repertorio atti n.221/CSR del del 21 dicembre 2011

Accordo Stato Regioni Formazione datori di Lavoro RSPP

Italiano

Accordo Stato Regioni Formazione RSPP Datori di lavoro

Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sui corsi di formazione per lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi ai sensi dell'articolo 34, commi 2 e 3 , del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Repertorio atti 2n.23/CSR del 21 dicembre 2011

Accordo Stato Regioni individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori

Italiano

Accordo Stato Regioni ATTREZZATURE DA LAVORO

Accordo ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente l'individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione, in attuazione dell'articolo 73, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni.

Repertorio atti n.53/CSR del 22 febbraio 2012

Articoli

Img Titolo Tipo Descrizione

Cantieri: I lavoratori autonomi in cantiere

Marco Nadalini – Ingegnere, funzionario della Direzione Territoriale del Lavoro di Rovigo

Italiano I LAVORATORI AUTONOMI IN CANTIERE

Premessa: Con l’introduzione nella normativa italiana delle norme di tipo organizzativo, i lavoratori autonomi che operano nei cantieri sono sempre stati motivo di discussione e valutazione ancor maggiore che nel passato. L'articolo illustra e chiarisce ogni aspetto di questa importante materia.

 

Opuscoli (Salto)

Img Titolo Tipo Descrizione
... COMMITTENTE!  .... Italiano

DEVI FARE UN LAVORO ?
DEVI APRIRE UN CANTIERE ?
ALLORA SEI UN ... COMMITTENTE !
Compiti e responsabilità del committente
- Guida di aiuto per un cantiere sicuro -

Questa guida è destinata: - ai privati cittadini - ai proprietari di immobili - agli amministratori di condominio - ai titolari di aziende (anche agricole) ai "responsabili di procedimento" pubblici

...a chiunque abbia la necessità di costruire una nuova opera edile o di intervenire su una esistente con lavori di riparazione, manutenzione (anche di piccola entità) ed installazione impianti.

Il Preposto nei cantieri edili Italiano

IL PREPOSTO NEI CANTIERI EDILI

Ruoli, funzioni e responsabilità
 

L’importanza di promuovere costantemente la cultura della sicurezza nel settore edile è un impegno che coinvolge direttamente le imprese e ogni soggetto operativo sui cantieri. In questo scenario è particolarmente importante definire con chiarezza ruoli, funzioni e responsabilità. Non a a caso Asle prosegue senza sosta la propria attività informativa e di divulgazione tramite strumenti editoriali mirati a fare chiarezza proprio sulle figure che partecipano alla sicurezza in cantiere. In tal senso, il preposto costituisce uno dei soggetti essenziali e allo stesso tempo meno definiti dal punto di vista normativo. Questa pubblicazione desidera, quindi, fare il punto su osa si intende per preposto e mostrare, anche tramite un adeguato apporto di riferimenti alla giurisprudenza, come esso sia, invece, precisamente definibile.

 

http://www.asle-rlst.it

Le figure della sicurezza nei cantieri edili Italiano

LE FIGURE DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI

Quali sono i loro compiti, cosa devono fare

 

Questa pubblicazione è rivolta ai lavoratori e a tutti i soggetti che concorrono alla sicurezza sui luoghi di lavoro, in particolare sul cantiere edile, dove l’attività è spesso faticosa e può diventare pericolosa. Per cercare di prevenire gli infortuni che colpiscono i lavoratori sui cantieri Asle desidera spiegare in termini comprensibili, anche attraverso questo opuscolo, quali sono i compiti e le responsabilità in materia di sicurezza di tutti coloro che operano a una costruzione, dentro e fuori dal cantiere: Ricordando sempre che gli RSLT (i rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale) sono a disposizione per ciò che concerne i problemi della sicurezza.

 

http://www.asle-rlst.it

Un cantiere sicuro ti allunga la vita

Italiano

 

Arabo

 

Rumeno

UN CANTIERE SICURO TI ALLUNGA LA VITA

Consigli pratici per chi lavora in edilizia

 

Una guida utile per ribadire ancora una volta la necessità di un serio rispetto di tutti gli aspetti collegati alla prevenzione ed alla sicurezza in un settore così specifico quale quello dell’edilizia. Il fascicolo intende fornire ai lavoratori tutta una serie di semplici ma fondamentali regole da rispettare e da far rispettare, al fine di rendere i luoghi di lavoro più sicuri e affidabili. Il volumetto è suddiviso in agili capitoli per permettere una veloce ma fruttuosa lettura a tutti coloro che con diversee mansioni e con diverse responsabilità operano nello spazio cantiere per creare una mentalità responsabile che si basa sul rispetto delle normative e, fondamentalmente, della persona stessa.

 

http://www.asle-rlst.it

Le macchine di cantiere Italiano 

LE MACCHINE DI CANTIERE

Cosa fare, cosa evitare

 

Dall’analisi delle statistiche 2005 sui fattori di rischio per la salute e sugli infortuni mortali ad essi correlati, le macchine operatrici di cantiere (gru, macchine di movimento terra, betoniere), detengono un triste primato: sono causa diretta o indiretta di gran parte delle morti bianche nei cantieri edili (circa il 30% degli incidenti). Le indicazioni e le immagini contenute in questa pubblicazione intendono rappresentare le situazioni più comuni, durante la quotidiana attività lavorativa, in cui l’utilizzo improprio o inadeguato delle macchine del cantiere diventa la causa principale degli infortuni da investimento o schiacciamento. Vengono quindi ricordate le principali regole di prevenzione.

 

http://www.asle-rlst.it

LA SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI STRADALI Italiano
 

LA SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI STRADALI

Opuscolo informativo per i lavoratori
Il cantiere stradale è un ambiente di lavoro complesso che presenta una molteplicità e variabilità di rischi sia per chi ci lavora, sia per coloro che vengono in qualche modo a contatto con l’area dei lavori. La conoscenza dei rischi, la prevenzione, l’informazione e la formazione sono elementi fondamentali per la diffusione della cultura della sicurezza e la riduzione concreta del fenomeno infortunistico. A tal fi ne è stato realizzato questo opuscolo che è una versione semplifi cata del Manuale “La Sicurezza sul lavoro nei cantieri stradali” elaborato nell’ambito del progetto promosso dal Comitato Consultivo Provinciale di Verona (Co.Co.Pro.) e condiviso dalla sede Inail di Verona.

LA RESPONSABILITA’ DEL COMMITTENTE NELLA SICUREZZA DEL CANTIERE Italiano
 

LA RESPONSABILITA’ DEL COMMITTENTE NELLA SICUREZZA DEL CANTIERE

Chi intende realizzare un’opera edile, non considerando che proprio da lui possa dipendere la sicurezza del relativo cantiere, ignora le pesanti responsabilità, anche penali a cui per legge va incontro.

 

 

Libri

Img Titolo Tipo Descrizione

Guida pratica all’antinfortunistica nei cantieri edili - 11ª EDIZIONE AGGIORNATA 2016

Italiano

Guida pratica all’antinfortunistica nei cantieri edili - 9ª EDIZIONE AGGIORNATA 2011

Il gruppo provinciale “Vigilanza nei Cantieri Edili” ha quindi scelto come obiettivo di fornire indicazioni pratiche per l’osservanza delle norme di igiene e sicurezza del lavoro riferibili a un cantiere tradizionale, nella impossibilità di realizzare un testo completo anche degli adempimenti organizzativi per quanto sopra esposto.

 

 

Varie (vecchie)

 

Img Titolo Pag. Tipo Descrizione

Accordo stato regioni sui corsi per addetti al montaggio di ponteggi metallici

13

pdf

Accordo Stato, Regioni e Province autonome, in attuazione degli articoli 36-quater, commi 8, e 36-quinques, comma 4, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro.

Accordo stato regioni sui corsi per addetti e responsabili del S.P.P.

26

pdf Accordo tra il Governo e le Regioni e Province autonome attuativo dell'articolo 2, commi 2, 3, 4 e 5 del decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195, che integra il decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 66, in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro.

Linee guida sulla formazione dei soggetti della prevenzione secondo il D.Lgs 626/94.
 Criteri e orientamenti

32

doc Linee guida del COORDINAMENTO TECNICO PER LA PREVENZIONE DEGLI ASSESSORATI ALLA SANITÀ DELLE REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO sulla formazione dei soggetti della prevenzione secondo il D.Lgs 626/94. Vengono indicati in generale i criteri e gli orientamenti.

Prevenzione degli infortuni da incidente stradale - Disciplinare

46

pdf Il presente Disciplinare è stato elaborato all’interno del Programma Regionale di Prevenzione degli Incidenti Stradali, facente capo alla Direzione Regionale per la Prevenzione.

Salute e sicurezza del lavoro nella movimentazione delle merci - Linee informative per la prevenzione

113

pdf Il materiale presentato in queste Linee Informative per la Prevenzione mette in rilievo alcuni dei principali aspetti del rischio lavorativo in questo specifico settore anche se non ha l’ambizione di essere completamente esaustivo sull’argomento. L’aspetto più interessante è che alla sua stesura hanno partecipato operatori dei servizi pubblici di vigilanza e prevenzione (Spisal e Arpav) insieme ad esperti di aziende private condividendo i singoli specifici argomenti.

Salute e sicurezza del lavoro negli interporti - Linee informative per la prevenzione

59

pdf La rilevanza del presente documento è principalmente dovuta al fatto che è uno dei primi materiali informativi
prodotti in Italia dai Servizi delle ASL a supporto dell'analisi di rischio negli Interporti. Questi rappresentano un settore lavorativo in continua espansione che fino ad ora era rimasto piuttosto ai margini per quanto riguarda alla pubblicistica di igiene e sicurezza sul lavoro.

Linee guida per l'informazione e formazione dei lavoratori nelle piccole imprese dell'artigianato

32

pdf Il documento intende essere uno strumento pratico sia per le piccole aziende, affinché possano organizzare e valutare la formazione partendo dai bisogni specifici e valorizzando le risorse interne, che per gli organi di vigilanza al fine di orientarli nella valutazione delle attività di formazione dei lavoratori realizzate dalle aziende

 

su

Webmastering by Giancarlo Negrello